App e realtà aumentata: le applicazioni che avranno più futuro.

App e realtà aumentata: le applicazioni che avranno più futuro.

Tutti gli esempi di applicazioni che usano la realtà aumentata.

E’ stato proprio l’investimento di Apple, sempre in testa per le innovazioni, a integrare la realtà aumentata ai supporti aventi iOS 11. Il supporto si chiama ARKit, disponibile già su 3 milioni di app, di cui il 35% fanno parte le app games (che corrispondono però al 62% dei ricavi). Inoltre il mercato si sta anche ampliando grazie a dispositivi sempre più innovativi, come l’iPhone X dotato di fotocamera TrueDepth, in grado di individuare posizione, morfologia ed espressione facciale di un utente.
La realtà aumentata è in forte sviluppo, e pare che in futuro rappresenterà un nuovo sistema di fruizione di contenuti multimediali.
D’altronde i film di fantascienza degli anni ’80 e ’90 avevano riempito le sale cinematografiche prevedendo ologrammi e tecnologia sempre più radicata nella realtà.
Ovviamente la realtà aumentata si è sviluppata in modo assai diverso. E’ stata introdotta in ambiti specifici come quello della ricerca, della medicina o nel settore militare.
Solo successivamente si è passati a sviluppare le app. In particolare le app mobile AR. significa potenziare le occasioni di successo aziendali. Anche le utility app, non solo i giochi online, stanno sperimentando la realtà aumentata.
Per esempio, Ikea ha sviluppato una funzione, IKEA place, cavalcando l’onda per migliorare l’esperienza dei propri clienti, in cui, attraverso la fotocamera, permette all’utente di selezionare un prodotto da un elenco e posizionarlo nella stanza. E’ possibile muoversi intorno all’oggetto per visualizzarlo da differenti angolazioni e avvicinarsi per osservarne i dettagli.
Altra applicazione da citare è sicuramente Macic Plan, in grado di creare una mappa di singole stanze o dell’edificio, per misurazione perimetrali e progettuali. Simile, riservata agli aventi iOS, c’è Measure Kit, l’app che integra 9 strumenti di misurazione.
Una app che utilizza la realtà aumentata per incrementare il turismo è sicuramente Urban Bird. Basta inquadrare con la fotocamera le strade limitrofe alla propria posizione per scoprire luoghi di interesse nelle vicinanze.
Per chi ama scrutare le stelle ma è alle prime armi, è stata creata SkyGuide AR. Per usarla è sufficiente puntare la fotocamera dello smartphone verso il cielo per fruire di una visione dettagliata ed interattiva di costellazioni, pianeti, satelliti, etc. Utilizzabile solamente con i dispositivi Apple, è stato creato il dupe perfetto che si chiama Sky Map.
Holo è invece un’applicazione che permette di aggiungere ologrammi 3D a scene reali. Per sfruttarne le potenzialità è sufficiente riprendere qualcuno con la fotocamera, selezionare uno dei personaggi disponibili nel catalogo (o anche famosi) e posizionarlo correttamente al centro dell’obiettivo, facendolo interagire con la persona reale.
Esiste anche Inkhunter, per gli amanti dei tatuaggi. Tutto quello che dovrai fare è disegnare tre linee sulla parte del corpo interessata, scegliere l’illustrazione del possibile tattoo e l’app ti mostrerà come sarebbe impresso sulla pelle.
Il gioco che utilizza la realtà aumentata e che ha spopolato nel 2016 è Pokémon GO. Lo scopo è perlustrare le città reali alla ricerca di Pokémon nascosti e catturarli. Altro videogioco che sfrutta ciò, è Ingress. Si tratta di un gioco di ruolo che vede contrapposto due fazioni (Illuminati e Resistenza), il suo scopo è quello di conquistare intere aree geografiche della vita reale. I giocatori dovranno spostarsi nei luoghi ‘’interessanti’’ per scoprire nuove fonti energetiche e contribuire a conquistare i territori.